side-area-logo

Accademia di Ingegneria Forense Diventa un Consulente Tecnico d’eccellenza nella prima Accademia Forense per CTU, CTP, CT PM e Periti Scopri di più

Benvenuto nell’unica Accademia d’Ingegneria Forense

  • Sei iscritto all’Albo dei CTU o all’Albo dei Periti e desideri aumentare il livello delle tue competenze?
  • Ti occupi occasionalmente di Consulenze Tecniche – di parte o d’ufficio – e vuoi incrementare la tua attività?
  • Ti sei misurato anche in ambito penale? Come hai affrontato il controesame a dibattimento (cross examination)?
  • Vuoi essere un Consulente Tecnico riconosciuto e apprezzato per le tue capacità e la tua professionalità?
  • Sei un neolaureato e desideri entrare nel mondo dei Tribunali in veste di Consulente Tecnico?

Vuoi saperne di più sull’Accademia d’Ingegneria Forense?

Compila il form qui sotto con i tuoi dati e fai un passo decisivo per la tua carriera.








    I campi con l'asterisco * sono obbligatori.

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy (obbligatorio) e autorizzo il trattamento dati per tutte le finalità. Non tutti i consensi sono obbligatori,clicca qui se vuoi selezionarli uno alla volta.

    Cosa puoi imparare
    all’Accademia di Ingegneria Forense

    Il sapere senza la pratica è come conoscere il Codice della Strada e non aver mai guidato.

    Il percorso è completo, concreto e pratico e porta ogni partecipante a sviluppare e padroneggiare:

    Image icon
    LE MIGLIORI TECNICHE INVESTIGATIVE
    Ovvero come osservare le evidenze di una scena criminis e come rilevarle affinché abbiano valore “legale”
    Image icon
    LE METODOLOGIE DI RICOSTRUZIONE
    Ovvero la macrodinamica e la microdinamica (sviluppata dall’ing. Fabrizio Mario Vinardi).
    Image icon
    LE TECNICHE DI COMUNICAZIONE PERSUASIVA
    Ovvero come scrivere una relazione completa e convincente
    Image icon
    LE TECNICHE DI PUBLIC SPEAKING IN TRIBUNALE
    Ovvero come essere ascoltati (e compresi) da magistrati e avvocati

    Attraverso il programma didattico fai tue tutte le conoscenze necessarie e impari:

    • come analizzare un caso
    • come scrivere una CTU deducente oppure percipiente (evitando di commettere errori che potrebbero rendere nulla o annullabile la CTU)
    • come smontare le posizioni avversarie
    • come costruire la tua difesa
    • come intercettare le domande importanti
    • come redigere un elaborato peritale efficace
    • come fare marketing di te stesso e sviluppare un personal brand per attrarre i migliori clienti

    Cosa distingue l’Accademia di Ingegneria Forense

    Oltre a essere l’unica Accademia di Ingegneria Forense ed essere stata sviluppata da Fabrizio Mario Vinardi, Ingegnere Forense e ideatore della microdinamica, il percorso si distingue da qualunque altro programma formativo per alcune peculiarità, che la rendono ancora più unica:

    • attraverso il suo metodo strutturato, semplice ed efficace, l’Accademia di Ingegneria Forense ti offre la possibilità di acquisire competenze tecniche dal valore straordinario riconosciute dalla maggior parte dei Tribunali
    • l’alto livello della classe docente ti assicura le conoscenze e le competenze necessarie per sviluppare il giusto bagaglio esperienziale ed essere un CT d’eccellenza
    • durante il percorso hai a possibilità di sperimentare tutte le procedure di analisi e ricostruzione dell’evento attraverso la macro e la microdinamica
    • la formazione in videocorsi in modalità asincrona ti offre la possibilità di vedere le lezioni in ogni momento
    • evento live dove poter approfondire le tematiche trattate nei diversi moduli

    Diventare un Consulente Tecnico d’eccellenza

    Il ruolo del CTP e del CTU

    Il CT è una figura di cruciale importanza in qualsiasi contenzioso, giudiziale e non giudiziale. Un Consulente Tecnico mette la scienza a disposizione degli operatori del diritto – avvocati e magistrati – assumendo un ruolo strategico nella ricostruzione degli eventi alla base dei fatti contestati.

    Per questa ragione, il CT deve saper usare le più raffinate tecniche investigative. È importante che sia un comunicatore di alto livello, capace di riportare le proprie conclusioni nel modo più corretto all’interno dell’elaborato peritale e che sappia coniugare le conoscenze scientifiche con quelle di carattere giuridico, come ad esempio una buona conoscenza della procedura civile e della procedura penale.

    La responsabilità del CTP e del CTU

    Quello del CT è un ruolo di grande responsabilità. Il Giudice conta sulle capacità del Consulente Tecnico per emettere la giusta sentenza. L’Avvocato punta sull’operato del CT per supportare la difesa. La precisa ricostruzione del fatto storico deriva solo dal valore di una buona analisi dei documenti e degli oggetti che sono stati parte dell’evento.

    “Un CT non adeguatamente formato può provocare danni gravissimi.”

    Rischia di nuocere alla sfera giuridica delle persone, inducendo in errore il magistrato giudicante. Rischia di compromettere i risarcimenti dovuti o di far condannare alla reclusione un innocente. Non si tratta solo di un problema di carattere morale, è qualcosa di più concreto, perché può tradursi in una richiesta di risarcimento danni anche di valore elevatissimo nei confronti del CT, oltre a tutte le responsabilità penali che ne possono derivare.